NATO Secretary General Jens Stoltenberg visits Italy and meets with the President of the Council of Ministers of Italy, Giuseppe Conte

NATO: La visita del Segretario Generale Stoltenberg in Italia

Il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha visitato nella giornata di mercoledì 9 ottobre l’Italia.

In vista del vertice dei capi di governo dei paesi NATO in programma a dicembre a Londra, per concludere l’anno delle celebrazioni del settantesimo anniversario della fondazione dell’Alleanza Atlantica nella capitale che ospitò il primo comando NATO, il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ha visitato nella giornata di mercoledì 9 ottobre l’Italia. In programma un incontro con il Presidente del Consiglio e con il Ministro degli esteri.

L’incontro con il Premier italiano è stato occasione per un confronto non solo sulle priorità dell’agenda che interessa l’Alleanza e la preparazione del vertice di dicembre, ma anche per discutere di alcune preoccupazioni attuali, legate anche alla situazione in Siria, e alla necessità di mantenere stabile e fermo l’impegno nella lotta contro il terrorismo e la minaccia dello Stato Islamico. Su cui peraltro va riconosciuto che l’impegno italiano in questi anni non è mai venuto meno.

Ma la visita è stata anche un’occasione per rinsaldare i legami atlantici con l’Italia e riconoscere al Bel Paese il ruolo e l’impegno che riveste nell’ambito dell’Alleanza; ruolo e impegno sempre più rilevanti sia per la sua posizione geografica al centro del Mediterraneo e la sua esposizione sul Fianco Sud dell’Alleanza, che per quanto riguarda l’impegno di grande contributore alle missioni internazionali della NATO di cui si fa carico da molti anni.

 L’italia infatti è uno dei maggiori contributori in termini di partecipazione alle missioni NATO, a partire ad esempio da operazioni fondamentali in teatri delicati e strategici come Kosovo, Iraq e Afghanistan. Inoltre, l’impegno italiano verso il Mediterraneo, e l’attenzione rivolta al tema della sua sicurezza e stabilità, ha permesso di rendere questo tema sempre più importante anche in ambito atlantico, in particolare a partire dai vertici del 2014 e 2015. Del resto, a partire soprattutto dagli ultimi anni, proprio dalle aree a ridosso del Fianco sud e della regione mediterranea sono emerse alcune delle minacce più significative alla sicurezza europa, in particolare la diffusione di numerose crisi, anche gravi, all’interno di paesi dell’area, gli ingenti flussi migratori dal Nord Africa e dalle aree di guerra in Medio Oriente o infine, la presenza di gruppi e organizzazioni di tipo terroristico jihadista, come lo Stato Islamico in alcuni territori di questa regione o in aree limitrofe. Minaccia, quella terroristica, contro cui lo stesso Stoltenberg ha confermato anche in sede di incontro con le autorità italiane la volontà di mantenere fermo e costante il contrasto.

Parimenti l’Italia è anche uno degli alleati più affidabili e coerenti, nella sua fedeltà atlantica, fin dalla fondazione della NATO settanta anni fa. Il Premer italiano ha ribadito la centralità della NATO per la sicurezza europea. Indubbiamente la rapida visita del Segretario generale ha permesso, non solo alle autorità italiane, di confermare l’adesione italiana al campo atlantico e la piena volontà, dell’Italia di continuare ad essere protagonista anche nei prossimi anni all’interno dell’Alleanza.

Fonte immagine NATO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.