Il futuro del Terrorismo di matrice jihadista. Il libro

È “Il futuro del terrorismo di matrice jihadista. Evoluzione della minaccia, strumenti di contrasto e strategie di prevenzione”, edito da Ledizioni, è il titolo del volume curato da Andrea Manciulli, Alberto Pagani, Enrico Casini e Nazzareno Tirino, prodotto in collaborazione con Europa Atlantica, da poco disponibile online. La recensione di Marco Tesei per Geopolitica.info

Nel corso degli ultimi mesi l’emergenza sanitaria e la crisi pandemica, con tutti i loro effetti e le conseguenze di diverso ordine, hanno giustamente attirato le attenzioni dell’opinione pubblica e delle istituzioni. Si tratta del resto della più grave crisi economica, sociale e sanitaria degli ultimi settant’anni, con il triste conteggio dei contagi e delle vittime che (ad oggi) ha superato la cifra spaventosa di tre milioni.

Ovviamente tenuto conto della crisi attuale, nel mondo anche altre minacce alla sicurezza continuano a persistere e, nonostante se ne sia parlato di meno, hanno anche continuato a mietere vittime e generare instabilità. Una minaccia certamente ancora presente è la minaccia terroristica, in particolare di matrice jihadista. Questa è infatti rimasta molto attiva in alcuni contesti (come ad esempio l’Africa) mentre in altre realtà, oltre ad aver mantenuto sottotraccia le attività di arruolamento, ha cercato di utilizzare la pandemia per finalità di propaganda. E’ lecito attendersi che, nei prossimi mesi, tali organizzazioni potrebbero cercare di sfruttare la crisi socio-economica di numerosi paesi per rafforzarsi. Il problema del terrorismo, per quanto sotto traccia, è ancora presente ed attivo anche in Europa, non solo per quanto riguarda le organizzazioni terroristiche in sé, ma anche per quello che rigurada la radicalizzazione jihadista.

Da poco è disponibile online nelle librerie digitali un nuovo testo che affronta e descrive le caratteristiche attuali e più recenti di questo genere di minaccia, tracciando anche alcuni potenziali scenari relativi sia all’immediato futuro della minaccia stessa quanto alla sua evoluzione. Il titolo è “Il futuro del terrorismo di matrice jihadista. Evoluzione della minaccia, strumenti di contrasto e strategie di prevenzione”, ed è un testo curato da Andrea Manciulli, Alberto Pagani, Enrico Casini e Nazzareno Tirino, prodotto in collaborazione con Europa Atlantica e pubblicato nel mese di gennaio 2021 da Ledizioni.  Vi si trovano i contributi di alcuni tra i maggiori esperti di sicurezza internazionale, terrorismo jihadista e radicalismo violento in Italia, combinati in una prospettiva multidisciplinare confrontando la situazione geopolitica e strategica globale con il caso italiano. Il testo è arrichito da una prefazione  dell’On. Lorenzo Guerini, Ministro della Difesa.

Questo volume, uno dei più recenti nel panorama italiano su questo tema, propone una riflessione sulle più efficaci metodologie di prevenzione e di contrasto della minaccia terroristica jihadista, anche in termini comparativi. Puntando sull’eterogeneità degli approcci (e quindi dei punti di vista) anche grazie alla multidisciplinarietà garantita dai contributi di esperti in materie diverse, il testo offre una riflessione utile su una delle sfide maggiori per gli stati democratici nell’area europea e mediterranea, focalizzando l’attenzione non solo sull’importanza della repressione e del contrasto, ma anche della prevenzione.

Da questo punto di vista, si pone l’accento anche sull’importanza di adottare in Italia una normativa nazionale mirata proprio ad introdurre strumenti di prevenzione della radicalizzazione jihadista, da affiancare a quelli già in essere (e recentemente aggiornati) dedicati alle attività di contrasto e repressione. L’integrazione di un sistema di prevenzione in grado di interagire con quelli degli altri Paesi potrebbe poi rappresentare un ulteriore passo in avanti nella lotta non solo contro la minaccia terroristica, ma anche contro le nuove forme di radicalismo violento diffuse nel corso degli ultimi anni soprattutto attraverso il web. Forme nuove, capillari e pericolose affrontate nel testo in numerosi contributi, sempre nel contesto della radicalizzazione online di matrice jihadista.

Nel volume, disponibile nel catalogo della casa editrice e nelle principali librerie digitali, oltre ai contributi dei curatori e alla prefazione del Ministro Guerini, sono presenti contributi di Marco Di Liddo, Anna Maria Cossiga, Alessia Melcangi, Sara Brzuszkiewicz, Matteo Bressan, Claudio Bertolotti, Arturo Varvelli, Gerta Zaimi, Andrea Sperini, Michele Groppi, Arije Antinori, Luciano Portolano, Stefano Dambruoso, Claudio Galzerano, Marco Rosi, Cosimo Di Gesù, Lorenzo Vidino, Andrea Margelletti. 

Per informazioni: info@europatlantica.it

Articolo precedentemente pubblicato su www.geopolitica.info

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.